Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

L’autista chiede di mettere la mascherina, il branco lo uccide a mani nude

Francia sotto choc per la brutale morte di Philippe Monguillot, 59 anni, massacrato sul suo mezzo alla periferia di Bayonne
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Choc in Francia per l’uccisione di un autista di autobus, massacrato di botte da un gruppo di passeggeri che non volevano indossare la mascherina. E’ morto dopo giorni di agonia in un letto di ospedale. La giustizia «punirà gli autori di questo odioso crimine», ha detto su Twitter il nuovo primo ministro Jean Castex, dopo che l’autista, aggredito domenica scorsa, è spirato in ospedale.

Diversi esponenti politici di tutti i partiti politici hanno espresso la loro indignazione.Philippe Monguillot, 59 anni, è stato picchiato con «estrema violenza»dopo aver intimato a tre persone di indossare la mascherina e chiesto di controllare il biglietto di un’altro, ha riferito la procura di Bayonne, la città vicino al confine spagnolo dove sono avvenuti i fatti.

Due giovani di 22 e 23 anni, già noti alla polizia, sono stati arrestati con l’accusa di omicidio volontario. Altri due, sulla trentina, dovranno rispondere del reato di «mancata assistenza a persona in pericolo».Il nuovo ministro dell’interno Gerald Darmanin è atteso oggi a Bayonne.

In città si è svolta giovedì una marcia di solidarietà a cuihanno partecipato 6mila persone. In testa al corteo vi erano la moglie di Monguillot e le tre figlie.

Ultime News

Articoli Correlati