Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

In Venezuela le carceri in rivolta: 47 morti e 75 feriti

Una vera e propria guerra è scoppiata nella sovraffollata prigione Los Llanos (2500 prigionieri su una capienza di 750). Le vittime sono tutte tra i detenuti che stavano tentando una fuga di massa
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

È di almeno 47 morti e 75 feriti il bilancio della rivolta scoppiata in un carcere venezuelano.

Il gruppo dei diritti dell’Osservatorio carcerario venezuelano(OVP) ha fornito le cifre della rivolta, avvenuta venerdì pomeriggio nel centro carcerario di Los Llanos, nella città di Guanare dove tra il sovraffollamento endemico e il panico per l’epidemia di covid-19 la situazione ha avuto un epilogo drammatico.

La parlamentare Maria Beatriz Martinez, che rappresenta lo stato in cui si trova la prigione, ha detto ai media locali: «Al momento siamo riusciti a confermare 47 morti e 75 feriti». Martinez e l’Ong hanno detto che i morti erano tutti  detenuti, mentre tra i feriti in modo lieve ci sarebbe il direttore del carcere Carlos Toro.

Le circa  530 carceri del paese sudamericano possono ospitare fino  a 110mila detenuti ma secondo le organizzazioni per i diritti umani la popolazione penitenziaria sarebbe quasi il doppio una situazione insostenibile.. Secondo l’ong Observatorio Venezolano de Prisiones, il carcere di Llanos ha una capienza ufficiale di  750 detenuti, ma quando è scoppiata la rivolta ce n’erano almeno 2.500.

Ultime News

Articoli Correlati