Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Giornata Mondiale del Libro: la filiera si sposta sul web

Torna la festa di scrittori, lettori e librai che si celebra ogni anno il 23 aprile. Questa volta con un ricco programma di eventi in digitale
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

La festa si sposta sul web anche per la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore che si celebra domani con un ricco calendario di appuntamenti in digitale. L’evento patrocinato dall’Unesco per promuovere la lettura e la tutela del lavoro intellettuale ricorre in una data simbolica: il 23 aprile 1616 morirono Miguel de Cervantes, William Shakespeare e Garcilaso de la Vega. Una coincidenza che mette insieme il genio di tre grandi scrittori del passato per sostenere le sfide del futuro: oggi più che mai, nonostante la crisi che ha travolto la filiera editoriale, gli autori contribuiscono al progresso della società con il loro apporto creativo.

La Giornata, istituita nel 1996, ha un precedente più antico. Il 23 aprile infatti ricorre anche la festa di San Giorgio, patrono di Barcellona, e fin dal medioevo è consuetudine che ogni uomo regali una rosa alla sua donna. Riprendendo questa tradizione, ogni anno in Catalogna i librai usano regalare una rosa per ogni libro venduto. Allo spettacolo suggestivo tra le vie di di Barcellona quest’anno si sostituiscono le celebrazioni via web. La rivista mensile Leggere:tutti che da dieci anni organizza la traversata di “Una Nave dei libri per Barcellona” lancia sul suo canale youtube la diretta streaming “Navigare tra i libri e le parole”, in onda domani dalle 10 alle 20, insieme a decine di autori collegati da ogni parte d’Italia per parlare di tre tematiche attuali: cooperazione, solidarietà e gratitudine. Annalisa Nicastro, Sergio Auricchio, Sandro Capitani, Luisa Sodano, Bruno Gambacorta e Gianni Zagato coordineranno gli incontri tramite Skype mentre gli spettatori da casa potranno interagire con gli autori e prenotare copie dei libri autografati.

Un’iniziativa analoga è promossa dalla Fondazione De Sanctis che, in collaborazione con il Centro per il Libro e la Lettura del Mibact, ha organizzato la Maratona Letteraria per la prima volta in diretta streaming sulla piattaforma “Capolavori della Letteratura”. «La promozione della grande letteratura presso un vasto pubblico – si legge nella presentazione dell’evento – e della lettura ad alta voce dei classici costituiscono anche un omaggio al pensiero di Francesco De Sanctis e alla sua convinzione, più volte espressa, che la libertà degli uomini e dei popoli dipendessero dallo studio e dalla cultura».

I grandi classici saranno interpretati da oltre cento protagonisti della cultura internazionale – tra giornalisti, scrittori e filosofi come Corrado Augias e Massimo Cacciari – in una sorta di “staffetta culturale” della durata straordinaria di sette ore a partire dalle 11 del mattino. Dopo i saluti istituzionali della presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati e del ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina, gli ospiti si cimenteranno in letture e commenti critici con la conduzione dello scrittore Paolo di Paolo.

La rassegna aprirà la decima edizione de “Il Maggio dei Libri” in programma fino al 31 ottobre e incentrata sul tema “Se leggo scopro”, mentre la campagna social #inLibreria dedicata a editori e librai prenderà il via attraverso le voci dei 12 autori del Premio Strega 2020. «L’impossibilità di realizzare Il Maggio dei Libri in maniera tradizionale non ci ha scoraggiati – commenta il direttore del Centro per il Libro e la Lettura, Angelo Cappello – anzi, ha permesso che ci riorganizzassimo e ideassimo nuove forme di condivisione e contatto con realtà e soggetti attivi sul territorio nazionale, con i quali da sempre collaboriamo».

Ultime News

Articoli Correlati