Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

La governatrice calabrese si prende “capitano Ultimo” in giunta

L'uomo che arrestò Riina sarà assessore all'ambiente di Iole Santelli
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

“Ecco il  “capitano Ultimo” che sarà il nostro assessore all’Ambiente della Regione Calabria”. E’ la sorpresa della neo governatrice della calabria Iole Santelli che ha annunciato la nomina nel corso in una conferenza stampa alla Camera, alla presenza del colonnello Sergio De Caprio, l’uomo che catturò Riina e che da quel momento vive una vita sotto copertura.

Qualche tempo fa “Ultimo” parteciò a un’iniziativa di Fratelli d’Italia e, interrotto da cori da stadio e da appalusi a scena aperta, disse: “Siamo fieri di essere carabinieri della gente, della bandiera. Cerchiamo di portare civiltà, forza, coraggio, tra la gente. Sia chiaro a tutti quelli che uccidono e violentano: i valori sono la nostra bandiera”.

Ultimò finì anche nella vicenda Consip e fu “accusato” dai renziani di aver “complottato” per incastrare l’allora premier. “Caro Matteo stai sereno”, rispose Ultimo. «Leggo che illustri esponenti politici tra cui ministri Dario Franceschini, Luigi Zanda, Michele Anzaldi, Pino Pisicchio – paventano colpi di stato e azioni eversive da parte del Capitano Ultimo e di pochi disperati carabinieri che lavorano per un tozzo di pane», scrive De Caprio. Che poi aggiunge: «Voglio dire loro: stiano sereni tutti, perché mai abbiamo voluto contrastare Matteo Renzi o altri politici, mai abbiamo voluto alcun potere, mai abbiamo falsificato alcunchè». «L’unico golpe che vediamo prosegue il Capitano Ultimo è quello perpetrato contro i cittadini della Repubblica, quelli che non hanno una casa, quelli che non hanno un lavoro e quel golpe non lo hanno fatto e non lo fanno i carabinieri. Non ho mai svolto indagini per fini politici».

Ultime News

Articoli Correlati