Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Papa Bergoglio, lo schiaffo e le scuse: «Anche io perdo la pazienza»

L'avvenimento durante l’angelus , dopo l’omelia sul ruolo e la centralità della donna. Il sito Vatican news: «ammette I suoi errori, e questa è una bella cosa»
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Milioni di condivisioni in tutto il mondo per il video che riprende la reazione di papa Francesco in piazza San Pietro. Una donna che, presa dall’entusiasmo, stringe la manica al pontefice che martedì sera, dopo il Te Deum di ringraziamento per l’anno che si è appena concluso, era in piazza per visitare il presepe allestito in piazza San Pietro. Fa parte della tradizione che passi tra la folla, benedica e stringa le mani dei fedeli. Lui allora alza leggermente la sinistra e la abbassa con pochi complimenti sul braccio della signora, che molla la presa.

Ecco allora che ieri il Papa chiede scusa. Scusa: come una persona qualunque. Francesco si affaccia all’Angelus. Ha appena pronunciato una bellissima omelia sul ruolo e la centralità della donna: nella società, nel progetto della provvidenza divina. Non c’è salvezza senza la donna, dice prima di denunciare l’inumanità delle violenze sessuali, dell’oggettivazione del corpo femminile, delle discriminazioni sul lavoro e della tragedia delle migrazioni. ‘ Continuamente offesa, picchiata, violentata, indotta a prostituirsi. Da come trattiamo il corpo della donna comprendiamo il nostro livello di umanità. Ogni violenza inferta alla donna è una profanazione di Dio, nato da donna. Dal corpo di una donna è arrivata la salvezza per l’umanità: da come trattiamo il corpo della donna comprendiamo il nostro livello di umanità’. Queste le parole del Papa nell’omelia per la soleninità di Maria Santissima. Prima di riprendere il filo del discorso alla preghiera di mezzogiorno inserisce nel testo un capoverso pronunciato a braccio. «L’amore ci fa pazienti. Tante volte perdiamo la pazienza; anch’io, e chiedo scusa per il cattivo esempio di ieri». Poche parole, ma fanno il giro del mondo più o meno quanto lo hanno fatto nelle ore precedenti le immagini del giorno prima.

Il sito Vatican News commenta: «Papa Francesco ammette i suoi errori, e questa è una bella cosa. Nella Giornata mondiale della pace. Perché tutti, proprio tutti, abbiamo bisogno della misericordia di Dio».

Sull’episodio va registrato, per dovere di cronaca, la performance di Matteo Salvini nei panni di Papa Francesco e Francesca Verdini in quelli della fan che lo ha strattonato, in piazza San Pietro. La coppia Salvini- Verdini ha ironizzato sui social con una sorta di imitazione, con finale diverso: invece dello schiaffo sulla mano che Bergoglio ha dato alla fedele, Salvini dà una carezza alla fidanzata.

Il segretario del Pd Nicola Zingaretti su Facebook stigmatizza l’episodio: «Dal mojito alla grappa. Passano i mesi ma sempre li stiamo. Inizia un nuovo anno con lo stesso impegno: difendere gli Italiani dalla brutta politica. Lo faremo sempre in prima fila e con passione».

 

Ultime News

Articoli Correlati