Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

I 5Stelle insorgono «L’Anticorruzione non si tocca»

La polemica sull’Anac. Dura la grillina Businarolo: «dopo le dimissioni ho sentito dichiarazioni molto preoccupanti»
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

L’addio polemico di Raffaele Cantone da presidente dell’Anticorruzione che ha parlato di «clima mutato», ha messo in allerta i 5Stelle.

Grillini preoccupati
«L’Anac non si tocca. Dopo le dimissioni di Cantone non vorrei che qualcuno pensasse che si sciolgono i buoi. Sentire che bisogna rivedere il suo ruolo, come ha fatto il viceministro Garavaglia, mi preoccupa», ha infatti detto la presidente della commissione Giustizia della Camera, Francesca Businarolo, sentita dall’Agi.

«Io stessa ho inviato spesso lettere di segnalazione all’Autorità che, in alcuni casi, è intervenuta rassicurando sullo stato di legalità o evidenziando anomalie.

Insomma, l’Anac è stata fatta per tutelare i territori e chi manda lettere non lo fa certo per togliersi responsabilità, semmai se le prende», conclude.

Il commento della Meloni
Diversa l’opinione di Giorgia Meloni: «Raffaele Cantone è una persona di livello, che ha lavorato con assoluta dedizione e serietà e ha gestito al meglio uno strumento come l’Anac», ha ammesso la leader di Fratelli d’Italia.

«Sono però convinta che la strada intrapresa anche con Raffaele Cantone all’ Anac per combattere la corruzione nella pubblica amministrazione, in realtà, non sia la migliore. Si è lavorato per aggiungere ancora burocrazia e controlli mentre la strada maestra per combattere e vincere la corruzione è togliere burocrazia e semplificare».

I sindacati
Polemica anche la Fillea Cgil: – «Ringraziamo il dott. Cantone per il grande lavoro svolto alla guida dell’ Anac e, anche se qualche volta non abbiamo condiviso nel merito alcune interpretazioni sul Codice degli Appalti, concordiamo profondamente con la sua analisi: in troppi, e molti anche in malafede, hanno accusato di regole eccessive un sistema normativo che in realtà altro non ha fatto che mutuare le migliori pratiche europee, con un di più di attenzione alla prevenzione di infiltrazioni criminogene e corruzione che sono storicamente e giuridicamente accertate», ha dichiarato Alessandro Genovesi, segretario generale della Fillea Cgil.

Chiude il giro dei ringraziamenti la segretaria della Cisl, Annamaria Furlan: «Grazie a Raffaele Cantone per il lavoro importante svolto contro la corruzione in questi anni alla presidenza dell’ Anac che rappresenta oggi un modello e un patrimonio del paese».

 

Ultime News

Articoli Correlati