Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Londra, sospeso il sottosegretario per aggressione attivista Greenpeace

Il sottosegretario agli Esteri del governo inglese, Mark Field, ha detto di aver reagito d'impulso, «sinceramente preoccupato che la manifestante potesse essere armata»
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Afferra e spintona un’ attivista di Greenpeace e viene sospeso dalla sua carica di sottosegretario agli Esteri del governo inglese. Finisce così nella bufera la carriera di Mark Field, esponente del partito Conservatore. La sua defenestrazione è stata decisa da Theresa May in persona che, dopo aver visto un video dell’accaduto, ora attende l’esito delle indagini. «La polizia infatti sta esaminando le relazioni sul fatto», come fanno sapere da Dowing Street, perché l’episodio è avvenuto nel corso di una cerimonia giovedì sera presso la Mansion House di Londra, presenti diversi esponenti del mondo finanziario e dell’imprenditoria.

Nell’occasione, davanti il cancelliere dello scacchiere Philip Hammond che stava tenendo un discorso, un gruppo di attivisti di Greenpeace è entrato per protestare contro le politiche che provocano i cambiamenti climatici. Una dei manifestanti, vestita di rosso, è stata però “placcata” da Mark Field che l’ha spinta contro un pilastro e poi sbattuta letteralmente fuori dalla sala.

Complici le immagini divenute virali sui social ( su Twitter, un video di pochi secondi, ha ottenuto in un giorno oltre 3 milioni di visualizzazioni), il caso è esploso con forza nella giornata di ieri, costringendo Field ad una difficile difesa. Ha dichiarato di aver reagito d’impulso «sinceramente preoccupato che la manifestante potesse essere armata».

A poco sembrano essere servite le spiegazioni e le scuse. «Deploro profondamente questo episodio e mi scuso senza riserve con la signora interessata per averla afferrata – ha detto Field -, ma nel clima attuale ho sentito il bisogno di agire con decisione per chiudere la minaccia alla sicurezza dei presenti». Infatti l’opposizione laburista è partita all’attacco con la segretaria alle Pari Oppurtunità Dawn Butler che, dopo aver definito «orribile» l’incidente, ha chiesto subito le dimissioni del sottosegretario dei“Tories”. Ma sono stati gli stessi Conservatori ad usare la mano pesante. Un’inchiesta interna è stata aperta dal presidente del Partito Brendon Lewis che si è detto quantomeno «stupito» dal comportamento di Field. Greenpeace ha dichiarato di essere scioccata «dalle immagini che mostrano l’aggressione di un uomo di governo» ma al momento non si ha notizia circa eventuali azioni legali contro Field.

 

Ultime News

Articoli Correlati