Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Parigi, saccheggi e devastazioni sugli Champs-Elysées per il 18esimo sabato dei gilet gialli

Negozi e ristoranti sono stati attaccati e saccheggiati sugli Champs-Elysées
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Violenze a Parigi durante le manifestazioni del 18esimo sabato di mobilitazione dei “gilet gialli”. Negozi e ristoranti sono stati attaccati e saccheggiati sugli Champs-Elysées da persone vestite di nero e con il volto coperto da cappucci, a mo’ di black block. Preso d’assalto anche il famoso ristorante Le Fouquet’s, come mostrano le foto postate su Twitter.

Il ministro dell’Interno francese, Christophe Castaner, è convinto che «alcuni professionisti della violenza e del disordine, equipaggiati e mascherati, si siano infiltrati nei cortei» dei “gilet gialli”.«Non vi è alcun dubbio: invocano violenza e sono lì per seminare il caos a Parigi», scrive in un tweet il ministro, annunciando le sue disposizioni alle autorità parigine: «Il mio ordine alla prefettura di Parigi è di rispondere con la massima fermezza ad attacchi che sono inammissibili».

Dati alle fiamme negozi, auto e immobili, tra cui l’agenzia di una banca. Gli incidenti hanno coinvolto agenti e un gruppo di gilet gialli e black bloc vicino a place des Ternes. Barricate sono state erette in un’altra zona della città e la gendarmeria ha fatto uso di gas lacrimogeni e idranti. Sessantaquattro persone sono già state fermate nella capitale, stando alla prefettura di polizia. Scontri si sono verificati anche a Place de l’Etoile, dove numerosi black bloc hanno affrontato gli agenti con lanci di ciottoli e pietre. La data di oggi è stata annunciata dai gilet gialli da settimane come una giornata cruciale, nella speranza di favorire un rafforzamento della mobilitazione. Stando al ministero dell’Interno, l’atto 17, la settimana scorsa ha raccolto 28.600 manifestanti in Francia,ossia dieci volte meno dei 282.000 del 17 novembre, quando il movimento ha iniziato la sua protesta.

Ultime News

Articoli Correlati