Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Camion in fuga investe una famiglia: grave un bimbo

L'autista del mezzo, sottoposto coattivamente all'alcol test, era ubriaco. Amputata parte della gamba al piccolo
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Un camion che fuggiva da un posto di blocco della polizia locale ha travolto un’intera famiglia, ferendo la madre e il figlioletto di 14 mesi, che era in carrozzina e che ora è ricoverato in gravissime condizioni.

È accaduto nel vicentino: il mezzo, che, secondo le prime informazioni, si stava allontanando velocemente dopo non essersi fermato all’alt dei vigili, ha investito padre, madre e due figli vicino alle mura medievali di Marostica. Sarebbero illesi il papà e il figlio più grande, mentre la mamma e il figlio più piccolo sono rimasti feriti e portati in ospedale. Il più grave è proprio il bambino di 14 mesi.

Il piccolo, che lotta tra la vita e la morte, ha subito l’amputazione di parte di una gamba e ha un trauma cranico commotivo. L’investitore, Pietro Del Santo, è stato arrestato nella notte e ha rifiutato di sottoporsi all’alcoltest, ma il pm ha imposto il prelievo coattivo, che ha confermato l’assunzione di una quantità di alcolici incompatibile con la possibilità di mettersi alla guida. La madre del piccolo ha riportato la frattura a un braccio, mentre il padre, che per la rabbia ha infranto il finestrino del camioncino, ha riportato la frattura del polso.

Il 58enne di Thiene, secondo i primi accertamenti, stava scappando dalla polizia. Dopo essere stato fermato ad un posto di blocco, alla richiesta di mostrare i documenti ha accelerato fuggendo a tutta velocità per le strade del centro di Marostica, perdendo il controllo del mezzo e piombando sulla famiglia coinvolta nell’incidente.

Del Santo, stando ai testimoni, sarebbe poi sceso dal furgone tentando la fuga, ma è stato portato via in gran fretta dai carabinieri: sottratto al linciaggio della folla.

Ultime News

Articoli Correlati