Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

L’addio alle armi dell’Eta. Consegnato l’arsenale

L'organizzazione separatista basca, ha consegnato alla polizia francese una lista con 12 nascondigli nel sudovest della Francia
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

L’Eta consegna le armi. Il processo di disarmo dell’ultimo gruppo terroristico con radici nell’Europa occidentale si è concluso con una cerimonia che si è tenuta a Bayonne, nel sud della Francia. L’organizzazione separatista basca ha  infatti fornito alla polizia francese una lista di depositi di armi situati nel sud-ovest del paese, si tratta du nascondigli in cui ci sono centinaia di mitragliatori, fucili d’assalto, pistole ed esplosivo. Ram Manikkalingam, che guida l’organizzazione non riconosciuta dai governi di Madrid e Parigi, ma dall’esecutivo basco, ha spiegato che l’Eta ha consegnato alle autorità francesi “una lista di depositi di armi”. “La Commissione ritiene che questo passo costituisca il disarmo dell’Eta”, ha aggiunto.

I depositi costituiscono quel che resta dell’arsenale dell’Eta. Si tratta di 12 nascondigli  situati nel dipartimento dei Pirenei e sulla costa atlantica. L’Eta, che ha rinunciato alla lotta armata nel 2011 ma è ancora classificata come un’organizzazione terroristica da parte dell’Ue, ha annunciato nella notte tra giovedì e venerdì, il disarmo totale: i militanti di Euskadi Ta Askatasuna in una lettera indirizzata alla comunità internazionale hanno preannunciato l’iniziativa prevista proprio per questo sabato, la Giornata del Disarmo, per mettere fine a 40 anni di sangue e paura nei Paesi Baschi e nel resto della Spagna. Nella lettera, il gruppo si definisce “organizzazione disarmata” e spiega di voler consentire ai baschi di continuare a “perseguire misure per raggiungere la pace e la libertà.

Ultime News

Articoli Correlati