Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Guerra in Ucraina, la Russia schiera 40 navi da guerra e 20 aerei nel Pacifico

russia navi guerra pacifico
Intanto la Bielorussia ha inviato unità delle forze speciali nelle aree al confine con l'Ucraina, in particolare nelle regioni meridionali di Volyn e Poliske
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Nel 100esimo giorno della guerra in Ucraina, la Russia ha avviato un’esercitazione militare nel Pacifico mettendo in campo 40 navi da guerra e 20 aerei. Lo annuncia il ministero della Difesa russo citato dall’agenzia di stampa Tass, spiegando che le esercitazioni dureranno fino al 10 giugno. In campo navi impegnate nella ricerca di «sottomarini di un finto nemico» e che «organizzeranno la difesa aerea per gruppi tattici di navi». Verranno condotti «esercizi di addestramento al combattimento su bersagli di superficie e aerei», si legge nella nota del ministero della Difesa russo rilanciata dalla Tass. Intanto la Bielorussia ha inviato unità delle forze speciali nelle aree al confine con l’Ucraina, in particolare nelle regioni meridionali di Volyn e Poliske. Lo ha reso noto l’agenzia di stampa Unian.

Dagli Usa: «Putin ha il cancro»

Vladimir Putin è malato. Il presidente russo ha un tumore e si sarebbe sottoposto a un trattamento nel mese di aprile per un cancro in stadio avanzato. E’ quanto scrive il Newsweek, citando fonti dell’intelligence statunitense. Da un rapporto riservato degli 007 americani emergerebbe, poi, che Putin a marzo sarebbe anche sfuggito a un attentato alla sua vita.

Secondo il magazine. La salute del presidente russo è un argomento ampiamente discusso all’interno dell’amministrazione Biden. Alla fine di maggio, sarebbe stato redatto il quarto rapporto sul tema. Putin, in base alle informazioni, ad aprile è stato sottoposto ad un ciclo di cure: non è chiaro se le terapie comprendano anche un intervento.

L’analisi tiene conto anche delle immagini relative alle apparizioni pubbliche di Putin. Sono state visionate le immagini dell’incontro del 7 febbraio con il presidente francese Emmanuel Macron: «Non c’è stata stretta di mano né abbracci, è stato notato», ha detto una delle fonti interpellate dal Newsweek, una figura legata alla direzione della National Intelligence. Il 21 aprile, Putin ha incontrato il ministro della Difesa russo Sergey Shoigu. Se l’incontro con Macron era stato caratterizzato da un enorme tavolo che divideva gli interlocutori, il summit con Shoigu – ripreso dalle telecamere – è andato in scena su un mini-tavolino.

Ultime News

Articoli Correlati