Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Scoperta nuova fosse comune a Bucha: trovati sette corpi di civili

Bucha fosse comune civili
Nel villaggio di Myrotske rinvenuti corpi con mani legate e ginocchia colpite da proiettili. In corso le operazioni di riesumazione dei corpi e identificazione delle persone uccise
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Le autorità ucraine hanno affermato di avere scoperto una nuova fossa comune vicino Bucha, nella regione di Kiev. Secondo il capo della polizia della regione della capitale, Andrii Niebytov, i corpi di sette civili sono stati trovati vicino al villaggio di Myrotske, molti con le «mani legate e le ginocchia colpite da proiettili». «Durante le indagini in trincea sono stati scoperti i corpi di sette civili con ferite da arma da fuoco e mani legate dietro la schiena», ha detto. Le vittime sono state torturate, ha spiegato ancora Niebytov in una nota, precisando che sono attualmente in corso lavori per riesumare i corpi e identificare le persone uccise.

«A Bucha, Irpin, Hostomel, Borodianka c’erano molte persone uccise sdraiate per strada: i cecchini hanno sparato da carri armati, da veicoli corazzati, nonostante i braccialetti bianchi che le persone erano costrette a indossare dall’esercito russo», ha precisato il capo della polizia. «Finora non sono stati identificati circa 1.200 corpi. Questo è un processo lungo, abbastanza laborioso perché molti corpi sono in stato di decomposizione, sono stati sepolti, fucilati, mai identificati. Prendiamo il DNA solo dai parenti diretti: padre, madre, figli. Questo è l’unico modo in cui lavoriamo», ha detto ancora Klymenko.

Ultime News

Articoli Correlati