Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Conte butta fuori Petrocelli dal M5S dopo il tweet con la “Z” russa

Giuseppe Conte
«Petrocelli è fuori. Stiamo completando la procedura di espulsione. Il suo ultimo tweet è semplicemente vergognoso. Il 25aprile è una ricorrenza seria. Certe provocazioni sono inqualificabili»
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

«Vito Petrocelli è fuori dal Movimento 5 stelle. Stiamo completando la procedura di espulsione. Il suo ultimo tweet è semplicemente vergognoso. Il 25aprile è una ricorrenza seria. Certe provocazioni sono inqualificabili». Dopo l’ultima provocazione Giuseppe Conte rombe gli indugi ed espelle via Twitter il presidente della Commissione Esteri del Senato, già finito sotto la lente d’ingrandimento per le sue posizioni filo russe.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato un tweet con cui Petrocelli augurava ai suoi follower un buon 25 aprile in questo modo: «Per domani buona festa della LiberaZione…». Quella Z scritta in maiuscolo non è passata inosservata (è la la lettera diventata il simbolo dell’offensiva russa in Ucraina) e aveva subito provocato la reazione stizzita di altre forze politiche. «Basta con queste continue provocazioni», ha detto il capogruppo dem in Commissione Alessandro Alfieri. «Si è passati il segno. È ora che intervenga il presidente del Senato Casellati».

Ma a mostrarsi sconcertata per le parole dell’ex collega di partito è anche la vice presidente del Senato Paola Taverna, che commenta così su Facebook: «Sinceramente non ho più parole. Quella tua Z offende chi lotta oggi e chi ha lottato ieri. Quella Z offende la libertà, offende i valori su cui si fonda la nostra democrazia, offende chi è morto per la libertà, anche per la tua. Offende te, senatore della Repubblica nata dalla Resistenza».

Ultime News

Sponsorizzato

Articoli Correlati