Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Renzi sfida in aula il procuratore Turco: «Non mi fido di lei»

Matteo Renzi Csm
Scontro verbale in udienza tra il magistrato che sostiene la pubblica accusa nel processo Open e il senatore di Italia viva, alla luce dell'intervista rilasciata dall'ex premier a "La Stampa" di Torino
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Questa mattina si è tenuta la quarta seduta dell’udienza preliminare del processo Open: ancora una volta, dopo ben quattro anni di indagini, la procura ha chiesto un ulteriore rinvio e dunque la prossima udienza è stata fissata per il 27 gennaio 2023.

Al termine dell’udienza il procuratore Luca Turco, iniziando un dibattito molto acceso, si è avvicinato al senatore Renzi visibilmente contrariato, mostrando l’intervista che il senatore ha rilasciato questa mattina a La Stampa.

Il senatore ha replicato, alla presenza degli avvocati e degli addetti ai lavori: «E adesso che fa? Mi processa anche per le mie interviste? Le ribadisco che Io non mi fido di lei. Io ho rispettato la legge, lei non ha rispettato la sentenza della Corte di Cassazione».

L’accesa discussione è durata quasi dieci minuti davanti a tutti gli avvocati. Renzi uscendo sorridente dal Palazzo di Giustizia ha commentato: «Se qualcuno pensa di minacciarmi o intimidirmi non mi conosce. Mi dispiace solo se questo stile arrogante viene utilizzato anche con imputati che non hanno la possibilità di difendersi come faccio io».

Ultime News

Articoli Correlati