Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Reggio Calabria, detenuto di 21 anni suicida in carcere: era accusato di aver violentato una 88enne

L'ivoriano era giunto in Italia nel 2011 insieme a tanti altri migranti sbarcati in provincia di Ragusa. Solo pochi giorni fa un altro detenuto si era suicidato a Udine
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

La strage continua. Nella giornata del 9 novembre 2022, un detenuto di 21 anni si è tolto la vita nel carcere di Reggio Calabria. Il giovane della Costa d’Avorio, giunto in Italia nel 2011 con un barcone di migranti sbarcato in provincia di Ragusa, era accusato di aver violentato una donna di 88 anni, poi ricoverata per le gravi lesioni riportate.

Sempre nei giorni scorsi un altro suicidio si era verificato nel carcere di Udine, mentre un altro detenuto di 55 anni ha tentato di togliersi la vita nel carcere di Vibo Valentia ed è attualmente ricoverato all’ospedale di Vibo Valentia. Una storia raccontata al Dubbio dal suo avvocato Gianluca Garritano.

Ultime News

Articoli Correlati