Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

I leader mondiali ai funerali della Regina, ma Putin non c’è. «Non invitarci è immorale»

L'ultimo saluto alla Regina Elisabetta II è il più grande evento con leader stranieri che il ministero degli Esteri britannico abbia coordinato in tempi moderni. E l'assenza della Russia dice molto sullo stato dei rapporti diplomatici fra Londra e Mosca
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Sono oltre 2mila gli ospiti attesi ai funerali della regina Elisabetta nell’abbazia di Westminster: 500 tra reali e leader mondiali, e 800 per la cerimonia nella Cappella di San Giorgio al Castello di Windsor, dove la sovrana verrà sepolta.

Dopo 11 giorni di lutto nazionale, i primi funerali di Stato in Gran Bretagna dalla morte di Winston Churchill nel 1965, è il più grande evento con leader stranieri che il ministero degli Esteri britannico abbia coordinato in tempi moderni, per il quale è stato schierato un dispositivo di sicurezza paragonabile a quello delle Olimpiadi di Londra del 2012. Circa 10 mila i militari coinvolti nella cerimonia.

A Londra sono arrivati i membri delle famiglie reali di tutta Europa, molti dei quali parenti di sangue della regina. Il re belga Filippo e la regina Matilde hanno confermato la loro presenza, così come il re Guglielmo Alessandro dei Paesi Bassi e sua moglie, la regina Maxima, insieme a sua madre, l’ex regina olandese, la principessa Beatrice. Presenti anche il re Felipe e la regina Letizia di Spagna, le famiglie reali di Norvegia, Svezia, Danimarca e Monaco, l’imperatore Naruhito e l’imperatrice Masako del Giappone. Il presidente americano Joe Biden è arrivato a Londra sabato insieme alla First Lady Jill.

Alla cerimonia partecipano anche i vertici Ue, la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e il presidente del Consiglio europeo Charles Michel. Tra gli altri leader mondiali, oltre al presidente Sergio Mattarella accompagnato dalla figlia Laura, figurano il presidente francese Emmanuel Macron con la moglie Brigitte, il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier, il Taoiseach irlandese Micheal Martin e il presidente Michael Higginse. Il presidente cinese Xi Jinping ha ricevuto l’invito, una decisione che è stata criticata da alcuni parlamentari a causa del trattamento riservato da Pechino alla minoranza uigura, ma in rappresentanza del governo cinese partecipa il vicepresidente Wang Qishan.

In primo piano anche i leader dei paesi del Commonwealth: il primo ministro australiano Anthony Albanese, così come la prima ministra neozelandese Jacinda Ardern e il primo ministro canadese Justin Trudeau. Ai funerali presenziano anche il re del Bhutan Jigme Khesar Namgyel Wangchuk, il sultano del Brunei, Hassanal Bolkiah; il re di Giordania Abdullah; il principe ereditario del Kuwait, lo sceicco Meshal al-Ahmad al-Sabah; il re del Lesotho, Letsie III; il principe ereditario Alois del Liechtenstein. Sono attesi i leader reali di Lussemburgo, Malesia, Monaco, Marocco, Oman, Qatar e Tonga, mentre non ci sarà il principe ereditario dell’Arabia Saudita Mohammed Bin Salman, la cui eventuale presenza ha sollevato polemiche per il caso dell’omicidio del giornalista Jamal Kashoggi.

Non sono stati invitati il presidente Vladimir Putin o altri rappresentanti del governo russo, una decisione che ha sollevato le proteste di Mosca. Nessun invito neanche per Bielorussia, Birmania, Siria, Venezuela e Afghanistan. La Corea del Nord e il Nicaragua sono stati invece invitati a inviare solo ambasciatori, ma non capi di stato.

Il ministero degli Esteri russo ha parlato di decisione «immorale». «Consideriamo questo tentativo britannico di usare per scopi geopolitici una tragedia nazionale, che ha toccato i cuori di milioni di persone nel mondo, come profondamente immorale», ha affermato due giorni fa la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zacharova. Secondo la Bbc, i rapporti fra i due paesi sono quasi al «collasso» da quando vi è stata l’invasione dell’Ucraina. Il presidente russo Vladimir Putin aveva fatto sapere di non «aver preso in considerazione» l’ipotesi di andare al funerale.

Presente invece la first lady ucraina, ricevuta dalla principessa del Galles, Kate, a Buckingham Palace. Secondo quanto riporta la Bbc, Kate ha tenuto un’udienza con Olena Zelenska al Palazzo ieri pomeriggio, poco dopo che la moglie del presidente Volodymyr Zelensky ha visitato la Westminster Hall per rendere omaggio alla regina. Downing Street aveva precedentemente rifiutato di confermare le notizie che Zelenska si sarebbe recata nel Regno Unito per il funerale, mentre suo marito rimane in Ucraina.

 Funerali della regina Elisabetta II, conclusa la funzione solenne. Harry e Andrea senza divisa militare

 Funerali della Regina Elisabetta II, a Londra Reali e leader di tutto il mondo: l’elenco

Ultime News

Sponsorizzato

Articoli Correlati