Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Ucraina, Kiev accusa Mosca: «440 morti in una fossa comune a Izyum»

ucraina kiev russia fossa comune Izyum
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

«Una fossa comune» con i corpi di civili «è stata trovata a Izyum, nella regione di Kharkiv. Lì sono già iniziate le necessarie procedure. Maggiori informazioni, chiare e verificate, dovrebbero essere disponibili domani». Lo annuncia il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, in un video diffuso su Telegram. La città di Izyum, occupata per mesi dalla Russia, è stata recentemente liberata dalle forze ucraine. Zelensky, nei giorni scorsi, ha raggiunto l’area.

Come riferisce Sky News, secondo Serhii Bolvinov, capo della polizia della regione di Kharkiv, nella fossa comune sarebbero stati gettati circa 440 cadaveri. «Venerdì ci saranno giornalisti ucraini e internazionali a Izyum. Vogliamo che il mondo sappia cosa sta realmente accadendo e cosa ha portato l’occupazione russa. Bucha, Mariupol, ora, purtroppo, Raisin… La Russia lascia la morte ovunque. E deve esserne ritenuta responsabile. Il mondo deve considerare la Russia la vera responsabile di questa guerra. Faremo di tutto affinché questo accada», aggiunge Zelensky, rendendo omaggio alla memoria di tutti coloro «le cui vite sono state portate via dagli occupanti».

Ultime News

Sponsorizzato

Articoli Correlati