Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

«La sinistra denigra. Il premier? Lo esprimerà chi ha più voti»

Mattarella
Berlusconi: «Noi parliamo di contenuti. Le nostre promesse? Tutte realizzabili»
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Il prossimo premier «sarà una proposta che spetta a chi nella coalizione ha preso più voti, naturalmente in accordo con gli alleati. E poi sarà il capo dello Stato a prendere la decisione definitiva». Così il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in un’intervista al Messaggero. «Da parte delle sinistre vedo i prodromi di una campagna solo di denigrazione dell’avversario. Non riescono a dire nulla sul loro programma. Forse perché sono in disaccordo su tutto. Da parte nostra invece parliamo di contenuti, del nostro progetto per far ripartire l’Italia. E lo facciamo con un linguaggio sereno e rispettoso», aggiunge.

Alla domanda su cosa abbiano in comune con lui i leader di Fratelli d’Italia e Lega, dice: «Giorgia, la determinazione e il coraggio, Matteo la capacità di parlare agli italiani e anche quella di saper ascoltare». A Meloni che invita gli alleati a non fare promesse elettorali irrealizzabili «non ho nulla da rispondere perché sono certo che quella frase non si riferisse a noi. Dico però che sono perfettamente d’accordo: i nostri sono progetti del tutto realistici, si finanziano con tagli alle spese perfettamente realizzabili», osserva. Una fusione tra Forza Italia e Lega? «No, siamo due forze diverse, con culture politiche diverse e ci rivolgiamo ad elettorati diversi», chiosa.

Ultime News

Articoli Correlati