Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

“Morisi sputtanato sui giornali in assenza di un reato”

Morisi
Matteo Renzi, nella sua e-news, attacca i giornali, alla luce della richiesta di archiviazione avanzata nei confronto di Luca Morisi, Guru social di Salvini
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

«Come sapete sono stato vittima della Bestia leghista in molte circostanze. E non mi sfugge che il capo della bestia – assieme a Salvini – fosse Luca Morisi. Non posso certo definirlo un amico, insomma. Ma proprio per questo trovo vergognoso il modo con il quale la vicenda Morisi è stata spiattellata sui giornali». Lo scrive il leader di Italia Viva, Matteo Renzi nella sua ultima e-news.

«Partecipare a »festini gay« non è reato, ma la vita privata di Morisi è stata raccontata nei dettagli pur in assenza di un reato. Si dirà: chi di Bestia ferisce, di Bestia perisce. Vero. Ma questa non è civiltà, questa è la barbarie. Abbiamo superato da secoli la filosofia della legge del taglione, occhio per occhio, dente per dente. I media, prima ancora che gli investigatori, dovrebbero riflettere su come garantire e difendere il diritto alla riservatezza dei cittadini. Anche se sono nostri avversari politici, soprattutto se sono nostri avversari politici, noi dobbiamo praticare la civiltà. Noi NON siamo la Bestia. E quindi possiamo dirlo ad alta voce: ciò che ha dovuto subire Morisi in questi giorni è una schifezza».

Ultime News

Articoli Correlati