Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Al via “Vicenzaoro September”: 800 aziende presenti, un terzo dall’estero

Vicenza, 10 set. (Adnkronos/Labitalia) - Con oltre 800 aziende presenti, un terzo delle quali provenienti dall’estero, si è aperta oggi Vicenzaoro September The Jewellery Boutique Show, la fiera internazionale dell’oreficeria e della gioielleria di Italian Exhibition Group. Un’edizione [...]
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Vicenza, 10 set. (Adnkronos/Labitalia) – Con oltre 800 aziende presenti, un terzo delle quali provenienti dall’estero, si è aperta oggi Vicenzaoro September The Jewellery Boutique Show, la fiera internazionale dell’oreficeria e della gioielleria di Italian Exhibition Group. Un’edizione all’insegna della ripartenza, che si percepisce netta tra i padiglioni del quartiere fieristico vicentino. Protagonisti i segnali incoraggianti del mercato, che raggiunge già i livelli pre-pandemia, con l’export italiano in crescita del 2,8% nei primi cinque mesi del 2021 rispetto allo stesso periodo del 2019 e una previsione di rimbalzo del fatturato 2021 pari a +19,8% .
Il comparto orafo-gioielliero non si è mai fermato, dal momento che “Ha saputo innovare per rispondere ai cambiamenti in atto e le fiere ad esso collegate hanno dimostrato flessibilità e capacità di visione, scegliendo di ripartire in maniera sinergica”, ha affermato il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Luigi Di Maio, nel suo messaggio di saluto rivolto alle imprese del settore e agli organizzatori della manifestazione.
Quello che si è inaugurato stamattina a Vicenza è un evento che si conferma luogo privilegiato di networking per gli operatori del settore, consentendo loro di ripartire dalla bellezza e di aprire una nuova stagione nel segno del business e della continua innovazione. Tra gli espositori i grandi brand della gioielleria, da Damiani a Roberto Coin, da Fope a Crivelli e Fabergé, ma anche i leader nel campo dei macchinari, che tornano insieme a T.Gold, il salone internazionale per le tecnologie avanzate per i processi di progettazione e realizzazione del gioiello, e i più importanti rappresentanti del mondo dell’orologeria, che porteranno i propri pezzi più esclusivi a VO Vintage, evento dell’orologeria e gioielleria vintage di pregio, che parte domani, 11 settembre, per concludersi lunedì 13 settembre.
La manifestazione ha accolto sin dalla prima mattinata un pubblico già numeroso e desideroso di fare business, che da oggi e fino a martedì 14 settembre potrà attraversare i padiglioni in massima sicurezza, grazie all’applicazione del protocollo #Safebusiness by Ieg e l’accreditamento GBac Star, il programma globale di certificazione degli standard internazionali di pulizia, sanificazione e prevenzione dei rischi infettivi per il personale gli ambienti fieristici.
Alla cerimonia inaugurale della manifestazione, sono intervenuti Lorenzo Cagnoni, presidente Italian Exhibition Group, Francesco Rucco, sindaco di Vicenza, Carlo Maria Ferro, presidente di Agenzia Ice, Cristina Franco, vicepresidente della Provincia di Vicenza, Claudia Piaserico, presidente Federorafi, Roberto Marcato, assessore allo Sviluppo Economico della Regione Veneto
Ieg quotata sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., ha maturato negli anni, con le strutture di Rimini e Vicenza, una leadership domestica nell’organizzazione di eventi fieristicie congressuali e ha sviluppato attività estere – anche attraverso joint-ventures con organizzatori globali o locali, come ad esempio negli Stati Uniti, Emirati Arabi Uniti, Cina, Messico, India – che l’hanno posizionata tra i principali operatori europei del settore.
“Saluto il Presidente Lorenzo Cagnoni e tutte le aziende e gli operatori del comparto orafo argentiero gioielliero, rappresentate a Vicenzaoro 2021. Sebbene gli impegni istituzionali in calendario non mi abbiano consentito di essere fisicamente con voi oggi, con questo messaggio tengo a riaffermare il costante e convinto sostegno della Farnesina al sistema fieristico e a tutta la filiera orafa. Dopo i tanti mesi di chiusura dovuti alla pandemia, oggi riapre ai visitatori una delle più importanti manifestazioni dell’industria gioielliera d’Europa e del mondo. Ciò costituisce un indubbio motivo di vanto per l’intero Sistema Paese e una ulteriore conferma della centralità delle fiere quale vetrina internazionale per le nostre eccellenze, per la cui riapertura – a partire dal 15 giugno scorso – mi sono battuto in prima persona”. Così il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, nel suo messaggio di saluto rivolto alle imprese del settore e agli organizzatori di Vicenzaoro.
“In questo difficile anno e mezzo, l’azione della Farnesina a sostegno del sistema fieristico si è arricchita di diversi strumenti, sia promozionali che finanziari. Con l’obiettivo di fronteggiare le sfide presentate dall’emergenza pandemica e dalle esigenze della ripresa, abbiamo infatti voluto inserire le fiere tra i sei pilastri fondamentali del “Patto per l’Export”. In questo segmento, abbiamo previsto, anche grazie ad Agenzia Ice azioni promozionali di potenziamento, di incoming e di comunicazione, in forma sia fisica che digitale e, attraverso Simest, un’apposita linea di finanziamento agevolato dedicata ai quartieri fieristici e agli organizzatori di fiere internazionali”, ha aggiunto Di Maio.
Il ministro ha ricordato anche i “ristori in linea con il “Temporary Framework” dell’Unione Europea”. “Il comparto orafo, così come tutti i settori di punta del Made in Italy, è stato fortemente penalizzato dalle conseguenze della pandemia, ma i primi mesi del 2021 certificano una crescita del suo export. Il valore degli scambi commerciali del comparto ha, infatti, registrato una ripresa del 33,6% nel primo trimestre di quest’anno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente”, ha ricordato Di Maio.
“Le oltre 7.000 aziende della filiera, che fanno dell’Italia il sesto esportatore al mondo di gioielli, hanno saputo innovare per rispondere ai cambiamenti in atto e le fiere ad esso collegate hanno dimostrato flessibilità e capacità di visione, scegliendo di ripartire in maniera sinergica. Oggi, infatti, come Ministero degli Esteri abbiamo voluto sostenere tutta la filiera del settore orafo, presente a Vicenza, attraverso tre manifestazioni contemporanee: accanto a Vicenzaoro, T. Gold, dedicata ai macchinari e tecnologie per il gioiello, e VO Vintage, evento dell’orologeria e gioielleria vintage di pregio”, ha aggiunto Di Maio.
“Con oltre 750 espositori confermati, le tre fiere si confermano un luogo privilegiato di business e networking per gli operatori di settore, desiderosi e pronti a cogliere tutte le opportunità offerte da questi eventi. La Farnesina, con la sua rete diplomatica e consolare e con gli uffici ICE all’estero, continuerà a garantire il suo contributo per accompagnare e promuovere l’internazionalizzazione del tessuto produttivo italiano, anche attraverso iniziative di promozione integrata, miranti a diffondere all’estero i valori e la qualità del “Vivere all’italiana””, ha assicurato il ministro.
“È per me un piacere darvi il benvenuto a questa nuova edizione di Vicenzaoro. Manifestazione che mai come in questo momento rappresenta un’occasione di fondamentale importanza per la ripresa di un settore che destina l’85% del suo fatturato all’export”. Lo ha detto Lorenzo Cagnoni, presidente Italian Exhibition Group, aprendo Vicenzaoro September.
“Ma, soprattutto, -ha continuato Cagnoni- un comparto che si è dimostrato capace di risollevarsi più in fretta delle più rosee previsioni. Dopo le incertezze degli ultimi 18 mesi, l’appuntamento, che da più di 60 anni è un punto di riferimento per la comunità dell’oro, diventa una straordinaria opportunità, sia per sollecitare il mercato interno a riprendere l’attività con coraggio e determinazione, sia per proiettarci nuovamente verso i mercati di tutto il mondo con rinnovata fiducia”.
“Dopo molti mesi difficili, stiamo uscendo da un periodo buio, con segnali di ripartenza importanti. Il Veneto e Vicenza in particolare stanno dimostrando una forza incredibile e il prodotto interno lordo di questa Regione lo dimostrerà a fine anno. Tanto è stato fatto quest’anno per questa iniziativa, nonostante le tante incertezze, gettando il cuore oltre l’ostacolo”. Lo ha dichiarato Francesco Rucco, sindaco di Vicenza, all’inaugurazione di Vicenzaoro.
“Grazie a questo coraggio, insieme a Ieg, siamo riusciti a creare un’edizione di Vioff che sarà anche un traino turistico per una città che si candida ad essere Capitale della Cultura 2024. Questa è una terra di invenzione, lavoro, curiosità e determinazione: siamo pronti alle sfide del futuro. Vicenza è una città che sta cambiando: stiamo parlando di grandi progetti nel nostro territorio, non ultimo il progetto definitivo dell’alta velocità-alta capacità che vedrà addirittura una stazione con fermata in fiera, un’opera tecnologica avanzata per migliorare qualità di vita dei nostri cittadini e delle nostre imprese”, ha concluso Rucco.
“Oggi inauguriamo, in ordine cronologico, il nono evento internazionale da inizio settembre. E i numeri di Vicenzaoro restituiscono proprio il segno di questa ripresa con 750 espositori e la presenza di 250 buyers esteri accompagnati da Ice Agenzia”. Lo ha detto Carlo Maria Ferro, presidente di Ice Agenzia, all’inaugurazione di Vicenzaoro.
“Oggi il Sistema Paese sta accompagnando le imprese nella ripartenza grazie ai risultati della campagna vaccinale, tra i più avanzati al mondo, alla capacità degli organizzatori, al coraggio degli espositori e delle aziende e agli interventi di supporto che, lascatemi dire, anche Ice Agenzia sta mettendo in atto. Vicenzaoro è la prima manifestazione del settore a tenersi in Europa, in bocca al lupo agli organizzatori e alle aziende presenti”, ha concluso Ferro.
“È passato un anno da Voice, un momento importante che ci ha permesso di ritrovarci per trasmettere al mondo l’unità e la coesione di un settore duro ad arrendersi. Oggi, Vicenzaoro September torna a splendere con oltre 800 espositori in fiera rafforzando il messaggio globale di un’Italia orafa pronta per una nuova fase di ripresa, che confermerà lo stato dell’arte del settore e dei mercati di riferimento. Anche grazie a nuovi investimenti in innovazione, internazionalizzazione, digitalizzazione e formazione, è un’Italia che sa accogliere e soddisfare le esigenze dei buyer, anticipare ed esaudire bisogni e sogni dei consumatori, conquistare il mercato con prodotti di grande valore aggiunto”. Lo ha detto Claudia Piaserico, presidente Federorafi, all’inaugurazione di Vicenzaoro.
“Con piacere porto in fiera il saluto del Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, per l’occasione anche Elisa Cavinato consigliere regionale è qui presente. Comincerei con alcune considerazioni, prima fra tutte, che Vicenzaoro è la prima fiera del settore al mondo che riparte, e questo anche a dimostrazione della capacità di reagire di questa regione; il Veneto ha oltre 1 punto percentuale del PIL rispetto alla media italiana, registra la disoccupazione più bassa in Italia, il 95% delle imprese venete ha meno di 10 dipendenti, e questo ci porta alla conclusione che nelle imprese di piccole dimensioni c’è grande capacità innovativa”. Lo ha detto Roberto Marcato, assessore allo Sviluppo Economico della Regione Veneto, all’inaugurazione di Vicenzaoro.
“È un piacere essere alla cerimonia di apertura di una manifestazione importantissima per la Città e per la Provincia di Vicenza, particolarmente speciale visto il periodo che abbiamo, speriamo, superato e lasciato alle spalle. Abbiamo visto che le manifestazioni non possono essere sostituite dal digitale: la relazione che avviene in presenza tra buyer ed espositori è insostituibile. La Provincia di Vicenza è particolarmente orgogliosa di questo gioiello che ospita gioielli, e quindi siamo accanto alla Città per dare l’accoglienza migliore con la nostra cultura, la nostra storia e i nostri servizi. L’augurio è che Vicenzaoro sia un momento di scambio per questo settore, che distingue la nostra provincia nel mondo”. Lo ha detto Cristina Franco, vicepresidente della Provincia di Vicenza, all’inaugurazione di Vicenzaoro.

Ultime News

Articoli Correlati