Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Fiere: Macfrut 2022 capitale mondiale ciliegia con International Cherry Symposium

Rimini, 8 set. (Labitalia) - Macfrut 2022 capitale mondiale della ciliegia con International Cherry Symposium dal 2 al 6 maggio. Evento di respiro internazionale è stato presentato in anteprima questa mattina nella seconda giornata di Macfrut, al Rimini Expo Center alla presenza dell’Assessore [...]
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Rimini, 8 set. (Labitalia) – Macfrut 2022 capitale mondiale della ciliegia con International Cherry Symposium dal 2 al 6 maggio. Evento di respiro internazionale è stato presentato in anteprima questa mattina nella seconda giornata di Macfrut, al Rimini Expo Center alla presenza dell’Assessore Regionale all’Agricoltura Alessio Mammi.
L’evento in programma il prossimo anno si compone di diversi appuntamenti: una due giorni di alta formazione nel Centro residenziale di Bertinoro (2 e 3 maggio); un Simposio mondiale sui temi chiave del ciliegio (mercato globale, sostenibilità, innovazione varietale, coperture) ospitato a Macfrut a Rimini (4 maggio); un evento con i top player del settore sui trend di mercato (5 maggio) così come visite guidate nelle principali aziende del settore presenti a Macfrut (5 maggio); un tour tra i principali produttori di ciliegio per toccare con mano le innovazioni di prodotto (6 maggio).
Ad aprire i lavori il presidente di Macfrut, Renzo Piraccini, che ha annunciato una grande novità: la ciliegia simbolo di Macfrut 2022. “Per me la ciliegia rappresenta davvero la cultura del riscatto – ha detto Renzo Piraccini – ed è per questo che sarà il simbolo del Macfrut 2022, che tornerà nel mese di maggio. Una strada da seguire è individuare colture di alto valore come nel caso del ciliegio. Come Cesena Fiera finanzieremo tre borse di studio a tre giovani con importo complessivo di 50mila euro”.
Stefano Lugli, dell’Università di Modena e Reggio, ha fatto il punto sul Simposio: “Il convegno è strutturato in varie tappe e dieci seminari in cui si parlerà di globalizzazione, innovazione tecnologica e post raccolta”. All’incontro presente anche il prossimo rettore dell’Università di Bologna, Giovanni Molari: “È un grande piacere essere qui oggi, è l’occasione per far sapere che le attività in collaborazione sono un fiore all’occhiello e una prospettiva di crescita. È giunto infatti il momento di metterle a sistema supportandole dal punto di vista non solo finanziario “.
L’assessore regionale all’Agricoltura dell’Emilia Romagna, Alessio Mammi, ha parlato dell’importanza della sinergia che si è creata e del settore: “Voglio sottolineare la presenza di tante università che collaborano per ‘fare bene insieme’. Queste ultime tre parole rappresentano la formula di successo della nostra regione, attenta alla qualità e dove fiere, università e istituzioni collaborano tra loro. Il simposio sul ciliegio non poteva che tenersi in Emilia-Romagna, dove il frutto è particolarmente diffuso. L’evento fa parte della strategia regionale che vuole dare un futuro alla frutticoltura, un settore strategico per il valore ambientale, economico e sociale. Importante rispondere alle emergenze di un settore sempre più strategico investendo nella protezione per offrire un futuro che investa in ricerca e innovazione”.
Davide Neri, dell’università Politecnica delle Marche, infine, ha fatto il punto sui primi due giorni a Bertinoro: “La scuola di alta formazione è un modo per trasmettere la volontà di cambiare il modo di approcciare i problemi e i tanti cambiamenti socio-economici e ambientali”.

Ultime News

Articoli Correlati