Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Caso Regeni, Corrado Augias restituisce la Legion d’Onore

La lettera a Repubblica: «Il presidente Macron non avrebbe dovuto concederla al presidente egiziano Al Sisi che si è reso oggettivamente complice di efferati criminali»
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Il giornalista e scrittore Corrado Augias ha annunciato che lunedì restituirà la Legion d’Onore per protestare contro quella concessa al presidente egiziano Abdel Fattah Al-Sisi, che definisce «un complice di atroci criminali».

«Domani, lunedì 14 dicembre, andrò all’ambasciata francese per restaurare la Legion d’Onore. Un gesto tanto grave quanto puramente simbolico, direi sentimentale. Sento di doverlo per il profondo legame affettivo ed affettivo che ho con la Francia» , terra d’origine del padre, scrive  Augias in una lettera pubblicata sul quotidiano La Repubblica.

Il presidente Macron ha presentato lunedì la Gran Croce della Legion d’Onore al presidente egiziano Al Sisi, in visita ufficiale in Francia, un riconoscimento che ha suscitato reazioni indignate sui social network a causa della repressione dei diritti umani esercitata in Egitto.

«A mio parere, il presidente Macron non avrebbe dovuto concedere la Legion d’Onore a un capo di Stato che oggettivamente è diventato complice di criminali atroci. Lo dico per la memoria del povero Giulio Regeni, ma anche per la Francia, per l’importanza che ancora questa distinzione rappresenta, a due secoli dall’istituzione» , ha dichiarato nella sua lettera  Augias, eurodeputato tra il 1994 e il 1999, e decorato con la Legion d’Onore nel 2007.

«Ho grande rispetto per Corrado Augias. La Francia è in prima linea per i diritti umani e non fa compromessi. Più casi sono stati discussi durante la visita del Presidente Al-Sisi a Parigi, nel modo più adeguato per più efficacia», ha twittato in risposta l’ambasciatore francese a Roma, Christian Masset.

Ultime News

Articoli Correlati