Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Campania: un corso per gestire i beni confiscati alle mafie

beni-confiscati-Campania
Corso della Regione Campania, Sviluppo Campania e il Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni dell’Università degli Studi di Napoli Federico II sui beni confiscati alle mafie
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

La Regione Campania, Sviluppo Campania e il  Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni dell’Università degli Studi di Napoli Federico II  intendono rispondere alla crescente domanda di conoscenza, di competenze economiche, aziendalistiche, giuridiche e sociali del mondo delle professioni, delle Istituzioni, dell’Autorità Giudiziaria e dei manager, per affrontare le nuove sfide della criminalità economica nel campo della gestione e destinazione delle aziende sequestrate e confiscate. L’idea si attua tramite la promozione del Corso di Alta Formazione in Gestione delle Aziende Sequestrate e Confiscate alle Mafie (GASCOM). Il Corso, che risulta essere tra i primi su un tema così delicato e specifico, persegue un approccio multidisciplinare in cui si esplorano i legami tra i diversi saperi, al fine di ricomporre con lezioni frontali ed esercitazioni, casi studio e realizzazione di un progetto concreto, la complessità della gestione delle aziende in esame, la riconversione e la ricollocazione sui sentieri dell’economia sociale.  L’obiettivo principale del Corso è quello di formare le figure professionali che operano nella filiera creata per dare nuova vita ai beni confiscati: dalla prevenzione patrimoniale e dalla confisca dei beni, alla loro successiva valorizzazione e utilizzo sociale. La sfida è difficile, ma con gli strumenti giusti si può vincere: dimostrare che le imprese confiscate alla criminalità organizzata possano creare lavoro e ricchezza. Si tratta, cioè, di sfatare la vulgata che con l’arrivo dello Stato l’impresa muore e le persone restano disoccupate. Legalità, efficienza e competitività devono rappresentare l’obiettivo da raggiungere per garantire un futuro alle imprese confiscate. In cinque anni quasi 32 miliardi di euro sono stati sottratti alle mafie, mentre ammonta a 11,7 miliardi il totale dei beni definitivamente confiscati e la Regione Campania è da sempre in prima linea in questo settore. Si tratta di un patrimonio enorme che va gestito nel migliore dei modi per evitare che venga dissipato. Il Corso di Alta Formazione in Gestione delle Aziende Sequestrate e Confiscate alle Mafie (GASCOM) messo in campo da Regione Campania, Sviluppo Campania e Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni dell’Università degli Studi di Napoli Federico II  si pone un obiettivo ambizioso, quello di formare esperti del settore che siano in grado di far continuare a vivere imprese, aziende e attività cresciute all’ombra della criminalità organizzata, mettendole a disposizione della società civile. La sede del corso è il Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni Università degli Studi di Napoli Federico II Complesso Universitario di Monte S. Angelo Via Cinthia, 26, 80126 Napoli (Na). Il Corso si svolgerà nell’anno accademico 2019/2020 ed avrà una durata di 7 mesi a partire dal mese di settembre 2020 fino al mese di marzo 2021.  L’impegno orario previsto è pari a 250 ore. La domanda di ammissione al presente avviso di selezione dovrà essere, a pena di esclusione, redatta in carta semplice secondo il modulo scaricabile dal sito web dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e dal sito web di Sviluppo Campania.

Ultime News

Articoli Correlati