Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

“Serve il tuo plasma”. Zaia scrive ai guariti dal coronavirus

Il sangue raccolto andrà a formare una "banca del plasma" da utilizzare in un futuro, si spera prossimo, per la cura dei contagiati
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Il governatore del Veneto Luca Zaia ha annunciato che nei prossimi giorni partiranno le lettere per tutti coloro che sono guariti dal Coronavirus per chiedere la disponibiltà (facoltativa) a sottoporsi ad un nuovo prelievo del sangue.

Il sangue cosi’ raccolto andrà a formare una “banca del plasma” da utilizzare in un futuro, si spera prossimo, per la cura dei contagiati. “Abbiamo già delle emoteche piene di sangue già raccolto, però vogliamo farlo a tappeto per essere pronti per le cure. Abbiamo uno dei tre laboratori nazionali abilitati per lavorare sangue: lavorano col virus vivo e riescono a processare 10 sacche al giorno, e aumenteremo i turni. Facciamo un magazzino, perché non vogliamo trovarci a settembre che tutto funziona e manca la materia prima”, ha concluso.

“Ancora non si è capita la gravità di questa patologia. Grande responsabilità ce l’hanno i complottisti e tutti quei personaggi che vanno a dire in giro sui social che non esiste nulla, che sono morte meno persone dell’anno scorso”, ha continuato il presidente della Regione Veneto. “Bisogna usare la mascherina – ha continuato -, è fondamentale. Abbiamo 57 milioni 130 mila euro di raccolta e 37.400 donatori”, ha aggiunto in riferimento alle donazioni per contrastare l’emergenza. “La spiaggia – ha evidenziato Zaia- è il posto più sano dove si possa andare. Il caldo non ammazza il virus? Sarà anche vero ma guarda caso con l’aumento delle temperature il virus scema”.

 

Ultime News

Articoli Correlati