Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Il bimbo carcerato

Ok alle passeggiate con i bambini. Ma c'è gente che già protesta, come se fosse stata data  via libera agli untori...
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Allora, mettiamola così: prima del blocco totalissimo, oltre a portare il cane a spasso, se non il maialino, vi facevate pure la corsetta jogging, tutti fichi in tuta, mentre gli altri, bimbi, ragazzi, mogli e vecchietti stavano carcerati a casa.

Poi vi hanno tolto lo sport che, lo sanno tutti, alla lunga fa pure male. E adesso che si può uscire, brevemente, per fare un giretto attorno al palazzo portando la mondezza, adesso vi hanno permesso di fare uscire il pupo. Poveretto, da quando hanno chiuso le scuole non ha visto la luce del sole.

Perché, sappiatelo, c’è gente che vive in 60 metri quadri, non ha balconi né terrazzi e nemmeno un giardino condominiale.

I figli sono i veri carcerati. E c’è adesso chi si lamenta di questo permesso concesso ai bambini di uscire con mamma o con papà, uno alla volta. Non si può andare al parco, non si può socializzare, è tutto uguale. Ma è una passeggiatina in sicurezza, con la mondezza in mano. Quella che per  i carcerati chiamano l’ora d’aria.

Beh, che ci sia gente che già protesta, come se fosse stata data  via libera agli untori, è veramente sorprendente.  Ma anche avvilente.

Ultime News

Articoli Correlati